Memento exsurgere

Come saprà chi ne ha letto le istruzioni per l’uso, una delle finalità principali di questo blog consiste nel tenere informati i lavoratori del comune di Grugliasco sull’andamento delle trattative relative alla contrattazione decentrata. La tesi di fondo ha radici antiche e si può riassumere con una semplice formula: più informazione uguale decisioni più consapevoli. Attualmente sto raccogliendo informazioni (come vedete, non se ne può fare a meno) per verificare la legittimità della pubblicazione della documentazione relativa alle trattative, anche se penso che non dovrebbero sorgere problemi in merito.

Nelle intenzioni di chi scrive, inoltre, è il tentativo di stimolare non solo alle decisioni consapevoli i lavoratori, ma anche alla trasparenza del procedimento, oltre che alla responsabilità delle parti in causa, principalmente della parte sindacale.

Chi era presente all’assemblea del 7 dicembre 2011 ricorderà sicuramente la posizione netta, decisa e apparentemente inamovibile affermata da un rappresentante sindacale, inerente ad un aspetto importante dell’ipotesi contrattuale che dovremo eventualmente sottoscrivere: la possibilità di una agevole comprensione del testo da parte di tutti i lavoratori. Pur ritenendo, come ho già avuto modo di spiegare in accordo conla RSU, che le modifiche da apportare a quella bozza fossero di natura più sostanziale, sono pienamente d’accordo con il collega su questo punto.

Sempre nella stessa assemblea egli prometteva, inoltre, una posizione altrettanto netta in merito alla decisione dell’amministrazione di stabilire autonomamente una decurtazione della produttività per coloro che avevano già  beneficiato della progressione economica, spingendosi ad affermare che se lui fosse stato presente quando la delegazione di parte pubblica diede la risposta che ha dato su questo punto, si sarebbe alzato dal tavolo e se ne sarebbe andato. Che, tradotto, significa che avrebbe interrotto le trattative.

Oggi, scaricando la posta elettronica, ho trovato la nuova bozza di contratto inviataci dall’amministrazione e che dovremo discutere venerdì 16 dicembre. Come potrete constatare confrontandola con quella precedente, accusata di essere astrusa e incomprensibile, non è stata apportata alcuna correzione volta ad un miglioramento della sua comprensione. In sostanza, non è cambiato niente, se si escludono alcune righe alle pagine 12 e 23, per un totale di 25 su circa 1000, pari dunque al 2,5 percento.

Prendendo alla lettera le dichiarazioni sindacali citate, già questo sarebbe sufficiente a non andare oltre nelle trattative, giacché non è certo modificando 25 righe su 1000 che si rende più comprensibile un contratto che prima non lo era per niente, considerato che nulla è cambiato nella sostanza. Se poi ci aggiungiamo la volontà espressa all’unanimità dall’assemblea dei lavoratori, che ha condiviso la posizione contraria della RSU, potremmo stare certi che saranno in molti ad abbandonare il tavolo delle trattative senza apporre alcuna firma.

Certo, c’è sempre la possibilità che si riesca a migliorare la bozza fino a renderla condivisibile, anche se le posizioni continuano, al momento, ad essere molto distanti.

Ma se non bastasse? Beh, nessuno può costringere un altro a mantenere gli impegni presi, ma non è sbagliato ricordarglieli. Allora sarà compito dei restanti presenti porre nuovamente anche la questione della decurtazione arbitraria della produttività denunciata dai lavoratori, di modo che nessuno possa più dire “io non c’ero”.

Ovviamente, l’augurio è che questa volta l’amministrazione decida di tornare sui propri passi, accettare la riscrittura del contratto ed erogare ai lavoratori quanto realmente loro dovuto, ma se così non fosse, verificheremo se alle parole dette in assemblea seguiranno i fatti, ossia se qualcuno si ricorderà di alzarsi e lasciare il tavolo della contrattazione. Altrimenti, come glielo spiegherà ai lavoratori?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...