Chiudi gli occhi e pensi a me…

Chiodo fissoC’è chi in vacanza studia, chi si diverte, chi ne approfitta per mettersi in pari con l’arretrato sul lavoro, chi programma già le prossime ferie. Poi c’è chi pensa a me. Magari sotto il solleone, o durante una comoda ascensione montana, però mi pensa. Forse una gita sul lago, un viaggio in vaporetto, ma mi pensa. Intensamente, anche se fa di tutto per nasconderlo.
Un giornalista gli telefona mentre dovrebbe godersi le vacanze. Dovrebbe replicare alle accuse di alcuni consiglieri di opposizione. Il fatto è che pare abbia nuovamente risposto in maniera sbagliata a un’interrogazione. Ma lui pensa a me.

I giornalisti sono in realtà più di uno. Almeno tre. Tre giornali diversi (1) (2) (3), più o meno le stesse domande.
Lei ha risposto in un’interrogazione del Movimento 5 Stelle che le 132 pratiche erano state archiviate. Il Nucleo che se ne occupa, invece, sostiene che non hanno archiviato un bel niente. Anzi, pare che nemmeno abbiate un regolamento che consenta l’archiviazione. Qualcuno racconta delle balle? E chi?

No, non vogliamo sapere circa l’attività del nucleo attuale, né ci interessa quella del vecchio nucleo. Volevamo solo che rispondesse alla domanda. Qualcuno ha raccontato delle frottole? E chi? Lei o il Nucleo che dice che le 132 pratiche non sono state mai archiviate? E, mentre che ci siamo, magari ci dica chi ha scritto quella risposta che lei ha firmato. Sì, quella dove lei afferma che le 132 pratiche erano state archiviate. Perché lei ha scritto chiaramente che le 132 pratiche erano state archiviate dal Nucleo Controlli Fiscali. Invece, il Nucleo Controlli Fiscali ha scritto chiaramente che non ha archiviato un bel niente. Ecco, a noi basterebbe sapere chi dice il vero.

Calma, prego. Non incalzate, lasciatelo libero di pensare. Perché voi non potete vederlo, ma mentre lo tediate con le vostre odiose richieste, solo un’immagine si manifesta chiara alla sua mente. Sempre la stessa. Ossessivamente, inspiegabilmente seducente: la mia! Lui pensa a me.

Ecco, però forse non ci siamo spiegati bene. Fa piacere sapere che quest’anno avete recuperato 67 mila euro; anche noi, del resto, abbiamo guadagnato qualche cosa in più in gratifiche. Sì, la famiglia sta bene. Però la domanda era un’altra. Ecco, non vorremmo sembrare insistenti, ma ci interessava sapere se ha detto lei il vero, quando ha affermato che le 132 pratiche sono state archiviate, o se la verità sta nella risposta del Nucleo in cui afferma che loro non hanno archiviato un bel niente.
No, no, se le fa piacere ci dica pure che avete revocato l’assegnazione di due case popolari e avete costretto una consigliera a regolarizzare la propria posizione. Certo, può anche omettere che si trattava di casi trattati dal vecchio nucleo. Però ci piacerebbe ottenere una risposta alla domanda. Quella di prima.

Ma perché non lo lasciate in pace? Vi rendete conto di quanto sia difficile pensare una cosa e dirne un’altra? Avere di fronte a sé la risposta a tutte le vostre domande, senza il coraggio di profferire il nome che la identifica definitivamente? Suvvia, non tormentatelo oltre, con il rischio che gli sfugga anche solo una lettera di quel fatidico nome.

Sindaco…? No, mi scusi, ma sembrava distratto, con la mente altrove. Sì, abbiamo già scritto delle sentenze di condanna. Certo, visto che non ce l’ha detto, non abbiamo potuto scrivere che anche quelle si riferiscono all’attività del vecchio Nucleo, quello smantellato… anzi ristrutturato. Quello che ancora ci manca è la risposta all’unica domanda che le abbiamo fatto. Perdoni l’insistenza ma anche noi, come lei, dobbiamo rendere conto a qualcuno più in alto. Ma sì, in senso figurato.

Possiamo quindi prendere per buona l’affermazione che le è sfuggita dove dice che “le 132 pratiche non sono state archiviate ma sono state selezionate le più sospette e su quelle sono stati fatti gli accertamenti necessari”? Sicuro? Guardi che così rischia di generare nuove interrogazioni, in cui le chiederanno i criteri di selezione e copia degli accertamenti effettuati sulle pratiche selezionate. Quelli non scherzano, sono dei mastini. Sicuro di non voler rettificare? Anche perché, sostanzialmente, sta dicendo che il Nucleo ha ragione, e l’opposizione pure. Quindi…
Ora dice che le 132 pratiche non sono mai state archiviate, mentre prima ha risposto a un’interrogazione affermando che erano state archiviate. Insomma, così non si rischia, noi cittadini, di perdere un po’ di fiducia nelle istituzioni? Sa, la trasparenza, la legalità, quelle robe lì… E che dire di eventuali strascichi giudiziari? Perchè quelli hanno fatto un esposto alla magistratura e qui qualcuno non l’ha raccontata giusta. E si tratta di atti pubblici.

Basta! Basta! Non mettetelo alle corde, vi prego! Voi ignorate l’esuberanza della sua natura giovanile. L’irrefrenabilità delle pulsioni, la necessità di sfogo dietro la pressione di queste insulse domande, fatte apposta per liberare l’energia primaria, il brodo primordiale dell’Es…

Dunque, riassumendo. Le 132 pratiche non sono state archiviate, quindi la risposta all’interrogazione del Movimento Stelle era una… finta, va bene? Ma certo che si può scherzare. Anche nelle risposte ufficiali. Ci mancherebbe. Dunque tutto funziona bene adesso che nulla è stato archiviato, ma i furbetti delle case popolari, i consiglieri, le sentenze, tutta farina del vecchio nucleo, quello sm… ristrutturato.
Vuole fare qualche nome? (No! Non fatelo parlare!) Non si arrabbi, ma proprio lei ha ricordato durante l’ultimo consiglio che quando “si parla di persone, si parla delle professioni, si parla della vita, si parla dell’etica, si parla della moralità” bisogna tirare fuori le palle. Ha detto proprio così, quegli oggetti sferici. Quindi niente nomi? No, noi non ne abbiamo fatti, anche se non è difficile immaginare che siano gli stessi che lei ha già citato durante un vecchio consiglio comunale… Ok, non si scaldi. Abbiamo ricontrollato. Niente nomi.

Quindi scriviamo soltanto che le cose vanno molto meglio adesso di quando, nel vecchio nucleo, lavorava il marito di una delle persone che hanno firmato l’esposto. Niente nomi. E buonanotte al secchio.

Italo Bellotti
RSU, RLS e Coordinatore aziendale CSA del Comune di Grugliasco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...