Istruzioni per l’uso

 

Piccolo disclaimer riguardo alle lettere che commento: io non so se i fatti raccontati nelle lettere che ricevo siano realmente accaduti oppure no. Sono costretto a fidarmi di chi scrive. Più di trent’anni di lavoro, ventiquattro dei quali alle dipendenze pubbliche, uniti a quasi quindici anni di attività sindacale, mi consentono di affermare che anche le cose più bizzarre che i lavoratori mi scrivono possono essere senza dubbio accadute, da qualche parte. Per questo meritano una riflessione.
I resoconti di assemblee, riunioni e delegazioni trattanti esprimono il punto di vista di chi scrive, pertanto sono da considerarsi “di parte”. Fanno invece fede i verbali ufficiali quando sottoscritti dalle parti in causa.

Le mie dimissioni dal comune di Grugliasco – effettive dal 22 dicembre 2014 – assumono un rilievo determinante per i contenuti del blog. Ormai lontano lo spettro dell’arbitrio in capo al potere disciplinare, sono ora libero di scrivere anche cose che prima ero costretto a tacere. Questo va andrà a tutto vantaggio della chiarezza. 

Non sono riuscito a cambiare di una virgola il mondo della pubblica amministrazione, né del sindacato, tuttavia posso pregiarmi di aver sempre operato nel solco della legalità.
Anche per questo sono spesso stato considerato “scomodo”. Scomodo soprattutto per due categorie di persone: quelli che non hanno mai lavorato un’ora in vita loro, tuttavia puntualmente e lautamente pagati da cittadini presi in giro da una macchina organizzativa inefficace ma ben pubblicizzata; quelli che riescono  – attraverso i meccanismi perversi della stessa struttura organizzata – a passare per campioni di legalità, pur agendo quotidianamente attraverso il suo contrario.
Chi conosce un po’ la vita pubblica italiana sa che molto spesso questi due atteggiamenti convivono in singole persone; ecco, l’essere considerato un “nemico” da tali brutte persone è sempre stato per me un punto d’onore.

Due istruzioni per l’uso:

poiché sono liberale ma anche vanitoso, se volete citare qualche testo fate pure, ma premuratevi di aggiungere il mio nome e/o il link a questo sito;

Visto che l’impresa è la mia, mi sono preso la briga di moderare i commenti; anche qui, la mia liberalità finisce dove comincia la maleducazione altrui.

Se ci sono problemi o contestazioni, o volete in qualche modo parlare con me, lasciate una richiesta nei commenti. Se sarà il caso, ne discuteremo da persone civili.

Tornate spesso a trovarmi. Se siete persone civili siete sempre i benvenuti.

Italo Bellotti
Ex RSU del Comune di Grugliasco. Ora libero.